» amaro

Braulio

×

Braulio

Euro 3

L’Amaro Braulio nasce a Bormio, in Valtellina, nel 1875 da sapienti ricerche del farmacista Francesco Peloni, grande conoscitore delle erbe medicinali aromatiche. Composto da alcune erbe tra cui l’Achillea, l’Assenzio, la Genziana e il Ginepro, Bràulio invecchia in botti di rovere di Slovenia. La lenta maturazione unitamente alla gradazione alcolica di 21° e alla naturalità della sua formulazione, creano in Braulio un equilibrio di sapori e un bouquet aromatico incomparabile.

Braulio

Amara

×

Amara

Euro 4

L’Amaro d’Arancia Rossa Amara di Rossa è un liquore artigianale ricavato da scorze selezionate di arance rosse provenienti da agrumeti situati alle pendici dell’Etna, in Sicilia, poste in infusione insieme a erbe aromatiche del luogo e zucchero. Dal colore limpido e dorato, l’Amara di Rossa porta al naso un’esplosione di profumi tipicamente mediterranei. Al palato offre un’entrata dolce immediatamente seguita da una scia sapida, aromatica e leggermente amara. Di facile beva.

Amara

Brancamenta

×

Brancamenta

Euro 3

Colore ebano intenso e luminoso, regala al naso un’incredibile sensazione rinfrescante di menta, eucalipto e mentolo, caramella piperita e sbuffi balsamici, su molteplici ritorni di erbe aromatiche di montagna. In bocca molteplici ritorni di erbe aromatiche di montagna, in un contesto di piacevolezza notevole. Si tratta di un amaro che si rifà, come base, al Fernet, quindi una miscela abbondante e segreta di erbe e spezie, ma con l’aggiunta di olio essenziale di menta piperita piemontese, che è la qualità di menta più balsamica e pregiata al mondo.

Brancamenta

Fernet-Branca

×

Fernet-Branca

Euro 3

Fernet-Branca è un amaro dal gusto e dalla personalità inimitabili, nato da una ricetta realizzata nel 1845 che prevede l’impiego di 27 erbe, spezie e radici provenienti da 4 continenti: il rabarbaro della Cina, la genziana della Francia, la galanga dell’India e dello Srilanka, la camomilla europea e Argentina, solo per citarne alcune. La miscela ottenuta riposa per 12 mesi in botte di rovere ad affinare le proprie caratteristiche aromatiche. Di colore bruno tendente al rosso, sprigiona all’olfatto intense note di menta piperita e liquirizia piccante. Il gusto è fresco quasi balsamico, con sensazioni di menta fresca, camomilla e scorza di agrumi. Chiude su un finale piacevolmente amaro, con cenni di prugna cotta. Ideale sia per un aperitivo che per un dopocena, si rivela particolarmente dissetante unito a cola, chinotto o ginger ale. Da provare nel caratteristico drink Hanky-Panky.

Fernet-Branca

Jägermeister

×

Jägermeister

Euro 3

Jägermeister è l’amaro nato per celebrare i cacciatori, oggi divenuto un mito. Non solo il nome, che in italiano può essere tradotto con “guardiacaccia”, ma anche il cervo che figura in etichetta si ispirano alla leggenda di Sant’Urbano, un ex-cacciatore noto con il nome di Hubertus, che un giorno ebbe la visione di un crocefisso tra le corna di un cervo che lo portarono a convertirsi e a dedicarsi alla cura e alla protezione della natura. La sua ricetta è rimasta immutata nel tempo, un’iconica e complessa miscela di erbe perfezionata da Curt Mast e comprendente fino a 56 ingredienti. È un amaro dal colore bruno scuro, molto concentrato. Profuma di anice stellato, agrumi e chiodi garofano. Al palato è ben bilanciato e armonico, con un retrogusto morbido e vellutato.

Jägermeister

Del Capo

×

Del Capo

Euro 3

Ventinove erbe officinali tra fiori, frutti, erbe e radici compongono Vecchio Amaro del Capo liquore, direttamente dalla magica e suggestiva terra calabrese. Il nome si ispira alla località di Capo Vaticano, vicino Tropea, raffigurata in etichetta, luogo caratterizzato da una vegetazione selvaggia e spontanea di erbe, frutta e radici, le stesse che costituiscono gli ingredienti di questo caratteristico liquore, indissolubilmente legato al territorio. Liquirizia, menta piperita, semi di anice, mandarino, camomilla, issopo, ginepro, arancia amara e dolce: un estratto della felicità. Un’antica ricetta calabrese, acquisita dalle quattro generazioni della famiglia, è segreta ed è tramandata di generazione in generazione dalla famiglia Caffo, migliorata dai distillatori per offrire la quintessenza di un territorio, quello calabrese, che non conosce rivali: oggi è uno degli amari più conosciuti e apprezzati nel mondo. Da gustare rigorosamente ghiacciato, sprigiona tutti i suoi sentori aromatici a una temperatura di – 20°: gentile e aromatico è il prodotto simbolo della distilleria Caffo. Di colore ambrato carico tendente al rossiccio, si apre su suadenti sentori erbacei a cui si affiancano dolci aromi di miele e di vaniglia. Il sapore è dolce e aromatico, soave, ricco di sfumature, attraversato da note di arancio amaro, liquirizia e ginepro che preludono ad un finale gradevolmente speziato. Eccellente digestivo, è ottimo bevuto ghiacciato a completamento di un pasto. Dà vita a cocktail esclusivi come Capo Tonic, Capo Sour e White del Capo Russian.

Del Capo

Unicum

×

Unicum

Euro 3

L’Amaro Unicum è il più antico liquore alle erbe d’Europa, prodotto impiegando oltre 40 tipi di erbe e spezie diverse. Il nome si rifà alla frase che esclamò l’imperatore Giuseppe II d’Austria, il quale dichiarò “Das ist ein Unikum!”. Si presenta alla vista di colore ebano intenso e concentrato. Al naso sprigiona un bouquet ampio di mora e prugna in confettura, arricchito da sentori di alloro, ginepro e chiodi di garofano, insieme a sensazioni tostate di tabacco e di cuoio. In bocca è morbido e avvolgente, con un finale secco e gradevolmente balsamico. Perfetto come aperitivo, è ideale da servire alla conclusione di un pasto in virtù delle sue proprietà digestive.

Unicum

Montenegro

×

Montenegro

Euro 3

Celebre amaro italiano creato in onore del matrimonio di Vittorio Emanuele III, re d’Italia, con Elena Petrovich di Montenegro, a cui fu dedicato il nome. Il suo inventore, Stanislao Cobianchi, selezionò personalmente 40 erbe aromatiche, spezie, frutta secca, radici, semi, cortecce, fiori e legni provenienti da tutto il mondo che unì in una ricetta originale e segreta. Questa viene riprodotta ogni anno impiegando gli stessi ingredienti, le stesse dosi e lo stesso processo di lavorazione, conosciuti da pochissime persone, tra cui il Master Herbalist, che ha il compito di sorvegliare l’esecuzione a regola d’arte di ogni passaggio, per un’elaborazione articolata della durata complessiva di 6 mesi. Al termine di questo lungo processo si ottengono 12 essenze madre, le quali sono miscelate tra loro per dare vita a 6 note aromatiche, ognuna con le proprie caratteristiche: erbacea e amara, floreale e speziata, dolce e tostata, fresca e balsamica, fruttata e vegetale, calda e tropicale. Il tocco finale è rappresentato dalla settima e ultima nota aromatica, il Premio, talmente intensa che ne basta una sola goccia in bottiglia per completare la ricetta. Appare di colore ambrato limpido, con caldi riflessi ramati. Al naso esprime un profumo unico e inconfondibile, composto da gradevoli sensazioni vegetali di salsapariglia, e poi ancora noce moscata, chiodi di garofano, cannella, arancia amara, artemisia, maggiorana, semi di coriandolo e origano. Il gusto è una perfetta combinazioni tra le componenti dolce-amara, erbacea e balsamica, che danno vita ad un sapore caratteristico, senza eguali. Delizioso digestivo, può essere impiegato per preparare ottimi cocktail, come il Negroni o il Sour.

Montenegro

Ramazzotti il Premio

×

Ramazzotti il Premio

Euro 5

Il Premio è il risultato di un’antica ricetta segreta messa a punto da Ausano Ramazzotti per realizzare un prodotto unico da dedicare ai suoi figli, Eugenio e Giuseppe, ai quali lasciò le redini della Fratelli Ramazzotti. Conservata intatta fino a oggi è stata recuperata dagli archivi storici di famiglia e oggi è alla base di questo unico blend a base di Amaro Ramazzotti e Grappa di Nebbiolo invecchiata 36 mesi. Si caratterizza per un colore ambrato intenso e luminoso. Al naso le note di arancia candita, uva sultanina e pasticceria sono accompagnate da sentori floreali intensi, erbe e spezie. Il palato è fine ed elegante, ben equilibrato e avvolgente, con note erbacee e balsamiche dell’Amaro che si fondono con quelle morbide di vaniglia della grappa.

Ramazzotti il Premio

Averna

×

Averna

Euro 3

Vellutato al palato, equilibrato in bocca, Averna viene prodotto ancora oggi sequendo la ricetta originale e segreta donata a Salvatore Averna nell’Ottocento da Frà Girolamo, frate cappuccino dell’Abbazia di Santo Spirito a Caltanissetta. La cura nella preparazione e la ricchezza dei suoi molteplici ingredienti, conferiscono ad Averna un gusto rotondo e avvolgente e un profumo delicatamente agrumato, in grado di trasportarci nelle calde terre di Sicilia e di evocare un mondo di insuperata bellezza. Un prodotto assolutamente inimitabile e dal delicato equilibrio dolce-amaro, capace di emozionare e di far assaporare “il gusto pieno della vita”.

Averna

Nonino Quintessentia

×

Nonino Quintessentia

Euro 5

Al naso sentori di buccia di arancia, marmellata di arance amare, timo e mentolo, con note esotiche come il mango; al palato un bel mix di dolce e amaro. Si avverte pepe e liquirizia; nel retrogusto riecheggi di cacao. Liquore elegante e bilanciato con straordinario sentore di erbe. Digestivo aromatico dal caratteristico sapore amarognolo, che giunto in bocca sviluppa un’intensa trama gustativa dai genuini aromi di erbe aromatiche, è un altro prodotto che conferma la passione della famiglia Nonino per i distillati in generale, ed è ottenuto facendo invecchiare una parte di Ue, in barrique di Limousin, Nevers and ex sherry.

Nonino Quintessentia

Averna Don Salvatore

×

Averna Don Salvatore

Euro 4

Don Salvatore è l’amaro di casa Averna che si ispira al suo fondatore, un uomo dalla personalità carismatica, affascinante e ironica, in grado di abbracciare totalmente il “gusto pieno della vita”. Un amaro esclusivo, realizzato in onore dei 150 anni della ricetta segreta dell’amaro Averna, ceduta a Salvatore dal priore dell’Abbazia di Santo Spirito di Caltanissetta Frà Girolamo nel 1868 e rimasta invariata fino ai giorni nostri. Di colore mogano chiaro tendente al bruno, unisce al naso gli aromi di agrumi mediterranei e di spezie a sentori di frutta secca e di tostato dati dal passaggio di 18 mesi in piccole botti di rovere. Al palato è energico, caldo e morbido, dalla lunghissima persistenza. Ideale da servire in un bicchiere womb con due cubetti di ghiaccio, è perfetto come amaro da fine pasto così come da meditazione.

Averna Don Salvatore